La Storia

Il Laboratorio di Analisi della Postura e del Movimento nasce alla fine degli anni ’80 per iniziativa dei Proff. Luigi Divieti e Marcello Crivellini, con lo scopo di definire e
organizzare strumenti, protocolli e metodi per studiare il sistema di controllo della postura e del movimento umani e sottoporre a misura e valutazione quantitativa i successi o gli insuccessi di pratiche cliniche.
La prima collocazione fisica del Laboratorio vedeva l’utilizzo di un locale messo a disposizione dal Rettore presso la sede centrale del Politecnico e la strumentazione era costituita esclusivamente da un sistema Elite a due telecamere.
Successivamente il sistema base è stato rinnovato e completato con un elettromiografo telemetrico e una piattaforma di forza e la sede è divenuta l’attuale, all’interno del nuovo Dipartimento di Bioingegneria. Progressivamente sono state ampliate attrezzature, mezzi di calcolo e strumentazioni di supporto, anche con la realizzazione di una parte dedicata specificamente alla formazione e alla didattica. Nato come sistema per l’analisi e lo studio delle problematiche legate alla postura e al movimento umani, il Laboratorio ha avuto da sempre una forte interazione con realtà di ricerca clinica e strutture sanitarie, oltre a collegamenti con il mondo dello sport. L’attività del Laboratorio è stata sempre caratterizzata dalla grande apertura a ogni sollecitazione esterna, da qualsiasi settore proveniente. Attenzione per la didattica, per la ricerca e disponibilità a scambiare conoscenze ed esperienze con i settori più diversi erano, d’altra parte, le caratteristiche del Prof. Divieti scomparso, dopo breve malattia, alla fine del 1994.
Professore Ordinario di Sistemi Biologici di Controllo, è stato uno dei primi docenti di Bioingegneria in Italia e fra i pochissimi a contrapporsi con forza, intelligenza e moralità, alle miserie corporative e alle meschine spartizioni di potere che continuano a impoverire il mondo “accademico”.